Tamara Zambon

Biografia

Tamara Zambon è nata nel 1976 Sacile e risiede a Fontanafredda (PN). Segue corsi di illustrazione presso la scuola di Sarmede, studia e collabora con Josef Wilkon. Laureanda presso Accademia di belle arti di Venezia. In ambito pittorico fa della ritrattistica il centro della propria ricerca. Lavora su grandi tele con rapida pittura di tocco. Cerca l'interazione con il soggetto rappresentato, perseguendone lo studio introspettivo. L'attenzione verso il singolo soggetto viene quindi rivolta alle folle di più persone e al loro ritmo connaturato. Approfondisce lo studio delle tecniche murali realizzando numerosi affreschi su commissione. Lavora nel campo dell’editoria per l’infanzia come illustratrice pubblicando con differenti case editrici. Partecipa a numerosi concorsi, ricevendo premi e riconoscimenti. Nel 2014 realizza 6 stazioni della Via Crucis del Sentiero del pellegrino, Monte Lussari, Tarvisio, per la S.A.B.A.P. del Friuli Venezia Giulia. Nel 2015 esegue il ritratto ad affresco di Monsignor Alfredo Battisti presso la sala del trono del Palazzo Arcivescovile di Udine. Nel 2013 Esegue la pala di S. Agnese per la chiesa di Forgaria nel Friuli, per la S.A.B.A.P. del Friuli Venezia Giulia. Tra i premi ricorda: 2019: Vincitrice del premio Verba Volant Scripta Manet presso Museo Magmma di Olbia; 2017 1º posto premio Arte Coseano (UD); 1º posto premio Nazionale di Cordignano (TV).

Are you ready for the revolution, child?


Opera selezionata dalla Giuria come finalista e vincitrice del Terzo Premio nell'edizione 2020 del Premio Mestre di Pittura


L’opera fa parte di una serie di lavori incentrati sul tema delle nuove generazioni. Nuove generazioni a cui consegnare il futuro, capaci di preservare la loro terra, affinché essa preservi loro stessi. Nodo centrale della ricerca è il rapporto delle nuove generazioni con la natura e l’ambito emozionale che ne deriva. Viene ritratta una piccola bimba sprofondata in un mondo lontano dalla natura ma dotato di ogni confort. E’ un ambiente adattato a misura di bambino, dove anche i mobili più raffinati sono creati riproporzionandoli sulla figura esclusiva di questi piccoli umani, forse, tanto amati. In tutto, vi è una cura spasmodica del dettaglio, il bel tessuto, il taglio da sartoria, il bottone artigianale, la boiserie sullo sfondo, il design della poltrona. Al contempo lo spazio ritratto è uno spazio emozionale: Tra le mani della piccola vi è infatti anche l’ultimo gadget tecnologico…. “Are you ready for the revolution, Child?” e il titolo del quadro, ma lo sguardo della piccola è fermo, quasi sopito, immobilizzato da una realtà virtuale a cui viene consegnata con facilità quotidianamente. Are you ready for the revolution, child? Sei pronta a difendere il tuo domani? Forse no, se il piccolo popolo del domani cresce nel sopore ovattato di una realtà mediata dove le proprie risorse vengono negate.

Tamara Zambon, Are you ready for the revolution, child? , 2020, olio su tela, 100 x 100

Contatti dell’autore

profilo fb Zambon Tamara
profilo instagram tamara.zambon
zambontamara@gmail.com