Giampietro Cavedon

Biografia

Giampietro Cavedon è nato nel 1951 a Marano Vicentino (VI), dove da allora vive e lavora. Avendo iniziato a dipingere e ad esporre giovanissimo, da anni partecipa a importanti concorsi nazionali e le sue opere vengono esposte in importanti rassegne dove ottiene premi e riconoscimenti. Tra questi ricordiamo il primo premio alla Biennale di Civitella della Chiana e ai concorsi di Arco, Asolo, Schio, Zugliano, Fratta Polesine. Ottiene risultati importanti al Premio Agazzi di Mapello, alla Biennale di Soliera, alla Biennale di Osio di Sotto, al Premio G. B. Cromer di Agna, al Premio di Cordignano, al Premio Chimera di Arezzo e alla Biennale di Fiume Veneto. Le sue opere sono state esposte a Bruxelles, Roma, San Francisco, New York e Barcellona. Le ambientazioni di Cavedon, dai paesaggi urbani agli interni domestici o industriali, sono immersi in un’atmosfera densa di evocazione. È l’azione della memoria che cerca di mettere a fuoco i ricordi, la mano che muove il suo pennello, i contorni sfumati palesano l’impossibilità di afferrare nitidamente le immagini. Quello che rappresenta l’artista nelle sue opere non è quello che si vede ma quello che egli vede e ce lo riporta attraverso il filtro della sua mente. Allo spettatore non resta che indovinare, intuire, cercare tra gli oggetti e i contorni abbozzati una dimensione malinconica, sfuggente e che forse non si farà mai svelare.

Light and silence on the finds


Opera selezionata dalla Giuria come finalista nell'edizione 2020 del Premio Mestre di Pittura.




Giampietro Cavedon, Light and silence on the finds,
2020, tecnica mista su tela , 64 x 100

Fabbrica abbandonata


Opera vincitrice del Terzo Premio nell'edizione 2019 del Premio Mestre di Pittura.




Giampietro Cavedon, Fabbrica abbandonata,
2019, tecnica mista su cartoncino, 70 x 100

Contatti dell’autore

gpcavedon@tiscali.it
Fb Corte d’Arte
www.giampietrocavedonopere.com